Gabriella Di Luigi

Nel 2007 consegue con lode la laurea in architettura presso l’Università degli Studi di Napoli “Federico II” con una tesi in Restauro architettonico e Consolidamento strutturale. Nello stesso anno si abilita all’esercizio della professione e si iscrive all’Ordine degli Architetti di Napoli e provincia.
Dopo aver collaborato con diversi studi di architettura occupandosi di restauro, recupero dei centri storici e progettazione architettonica, nel 2012 intraprende l’attività di libero professionista che le consente di affrontare diverse esperienze come la partecipazione a concorsi di progettazione e la ristrutturazione di attività commerciali con particolare attenzione ai temi del recupero e del riciclo.
Da qui nasce un forte interesse per l’uso di materiali di recupero, di oggetti destinati allo smaltimento e di materiali ritenuti “poveri”.
aGaN design rappresenta proprio questo: esaltare la potenzialità presente in ogni oggetto di tornare a nuova vita e con un uso diverso. Il legno resta protetto al di sotto della patina ingrigita dal tempo, i graffi non rappresentano un difetto ma una storia incisa che conferisce al materiale o all’oggetto un valore unico e aggiunto, perché l’oggetto riciclato non è dimesso ma può diventare un vero e proprio elemento di design.

Sono affascinata dalla storia e dal vissuto di ciascuno dei materiali di recupero che adopero. Credo fortemente nel lavoro artigianale che nessun macchinario può fare; per questo è importante conoscere i materiali, toccarli, lavorarli e capirne il comportamento. Fondamentale è la sinergia e la cooperazione con le altre figure professionali in particolar modo con le maestranze artigiane: il mio lavoro sarebbe nullo senza il loro intervento e viceversa.
Ogni cliente rappresenta per me un percorso irripetibile, per ognuno scelgo i materiali e gli oggetti più adeguati all’ambiente nel quale andranno collocati creando, così, uno spazio non- convenzionale, nel quale forza concettuale e concretezza realizzativa trovano l’equilibrio perfetto.