I bar e i ristoranti del futuro: il consumatore al centro dell’esperienza

I bar e i ristoranti del futuro devono saper rispondere alle esigenze di un nuovo consumatore, sempre più attento e consapevole, sia in termini di valutazione della proposta di alimenti e bevande ma anche in ottica di interior design.

Immagina di essere tu il cliente: in una normale mattina della tua settimana ti rechi in un bar della zona per gustare una dolce colazione. Oppure stai programmando un appuntamento romantico in un ristorante consigliato da una cerchia di amici.

Sicuramente pensi prima di tutto a soddisfare il palato ma anche l’occhio, la giusta attenzione ai dettagli e all’esperienza vissuta, faranno da padroni nella valutazione complessiva dell’attività.

Non importa quanto tempo hai a disposizione. Ognuno di noi sente l’esigenza, più o meno consapevole, di voler vivere un’esperienza piacevole a livello di degustazione del prodotto ed a livello emozionale. In risposta a questo primario bisogno, ecco come gli esercizi commerciali tendono a seguire nuove tendenze non solo dei format, ma anche degli spazi esterni con quelli interni e dei materiali utilizzati.

Una formula vincente sembra essere proprio il ricorso a materie “naturali” (come giardini verticali, terre, pietre) capaci di creare il senso di spazi a metà strada tra l’open air e il locale tradizionale inteso tra confini murali.

Non ti resta che scoprire con aGaN Design come si presenteranno bar e ristoranti del futuro dal punto di vista dell’interior design.

L’importanza della creazione dell’ambiente

Un aspetto di primaria importanza su cui porre l’accento è la creazione di un ambiente eclettico, capace di offrire a chi lo visita numerosi servizi, dal semplice drink, al fast food, alla ristorazione di alta classe, in modo da intrattenere diverse tipologie di target e favorire la socializzazione.

Gli arredi presenti in questi nuovi ambienti saranno diversificati; il loro carattere contemporaneo richiederà una maggiore attenzione nella scelta dei colori, dei materiali innovativi ed degli elementi tecnologici legati all’offerta food.

In termini di design potresti pensare di integrare o personalizzare complementi di arredo già presenti nella tua realtà commerciale, in tre modalità:

  • Design “Zero Waste”: letteralmente assume il significato di un progetto a zero spreco. La sua filosofia sposa il riutilizzo di scarti della produzione, ricomponendo nuovi arredi in idee funzionali donandogli nuova vita.
  • Design della riconversione: questa tendenza consiste nel riutilizzare materiali già esistenti (come vecchie sedie o tavoli usurati). Molto spesso qualche lavorazione riporta alla luce il fascino di alcuni oggetti, considerati obsoleti e inutilizzabili.
  • Design natural style: in cui materiali naturali come legno e pietra sono impiegati anche per i complementi e le finiture del locale. Contempla oggetti caratterizzati da un concept ispirato all’essenza della materia prima, che conferiscono un’atmosfera di “natura incontaminata”.

L’attenzione agli elementi naturali

Specialmente in questo ultimo biennio è cresciuta l’attenzione verso gli elementi naturali. I settori dell’ospitalità e della ristorazione hanno avuto molto tempo per pensare durante la pandemia.

È emerso che il 99,9% delle cose che usiamo diventano rifiuti alimentari.

Si cercano soluzioni accattivanti per proporre un locale (e dei prodotti) eco-friendly, si esamina tutto ciò che viene riciclato, tutto ciò che di solito va nella spazzatura, e si cerca di capire come usarlo per aprire un bar che funzioni perfettamente.

Si parte dalla base, utilizzando energie rinnovabili e sfruttando l’illuminazione a LED, fino a giungere a proposte di packaging, ad esempio, con un’acqua brandizzata da servire in bottiglie realizzate con materie biodegradabili.

Oggi il passo in avanti è rappresentato dal nuovo trend della sostenibilità per locali commerciali, che riguarda il connubio sostenibilità-arredamento.

Un aspetto che costituisce una delle componenti più importanti per il suo impatto sulla gestione di un locale commerciale. La filosofia green di un bar e ristorante passa anche attraverso la scelta degli arredi interni. Meglio puntare su prodotti realizzati con legno proveniente da foreste gestite in maniera sostenibile o su quelli Ecolabel, per esempio, promossi dall’Unione Europea per il loro basso impatto ambientale.

Quali vantaggi avrà il tuo locale?

Sono poche e semplici le scelte che consentiranno alla tua attività commerciale di ottenere un design ricercato e accattivante.

Il cliente potrà immergersi in un’atmosfera che gli farà respirare benessere e si sentirà allo stesso tempo partecipe nella salvaguardia del pianeta. Un arredo eco-sostenibile con la giusta promozione e capace di offrire un pacchetto completo (prodotti a km 0, stoviglie biodegradabili, ecc.) desterà curiosità e aiuterà ad ottenere nuovi clienti.

Potresti ad esempio pensare di dare vita a una vera e propria atmosfera immersa in un ambiente green, con piante rampicanti e grandi vasi che fungono da separè visivi, o tappeti erbosi (reali o finti) che delimitano corner dove magari vengono somministrati food&beverage bio.

Tutte scelte che rimettono la fiducia nel cliente e spingono la ristorazione su binari appetibili.

La valorizzazione degli spazi esterni

Il diktat strategico per gli imprenditori della ristorazione sarà sfruttare al massimo gli spazi esterni, anche in considerazione delle attuali deroghe concesse per l’occupazione di suolo pubblico per strutture amovibili, quali dehors, elementi di arredo urbano, attrezzature, pedane, tavolini, sedute e ombrelloni.

Chi ha uno spazio esterno o interno da valorizzare, può pianificare di allestire un’area verde dove il distanziamento e il ricambio d’aria sia garantito. Affidarsi a un progetto ben chiaro sarà la mossa vincente per creare adeguatamente delle zone con piante consone alla territorialità e alla stagionalità, senza trascurare l’arredo che dovrà essere garantito per l’outdoor, con sedute lounge e comode e tavoli dedicati che abbracciano le varie fasi del consumo giornaliero: dalla colazione, al pranzo, all’happy hour fino alla cena e non per ultimi, eventi a tema. Non da ultimo sarà davvero importante ideare un progetto illuminotecnico che esalti gli spazi e le zone piantumate, che daranno un tocco riconoscibile al locale stesso.

Nuove tendenze nella ristorazione

L’esperienza On the Go

Si è assistito a una crescita a livello globale dell’Esperienza On The Go, la cui traduzione letterale è “consumo in movimento”, che si traduce nel forte incremento del segmento take-away e Delivery.

Nel corso di questi mesi si sono moltiplicate stazioni esterne direttamente fuori da un locale, con tanto di menu esposti e ben visibili da tutti i passanti per contrastare l’effetto coda o creando delle vere drink station che propongono caffè, drink e i piatti più richiesti attraverso la realizzazione di una linea dedicata.

Il Fast Gourmet

Il termine Fast Gourmet riassume le nuove tendenze adottate dai format legati al fast food applicati e aggiornati per una proposta di livello che mantenga alta la qualità del servizio e delle materie prime offerte dalla cucina o dal cocktail bar. Un tipo di ristorazione e accoglienza di alta fascia ma con modalità più snelle e leggere, in grado di rispondere alle aspettative del cliente in termini di sicurezza, qualità del cibo ed esperienza gastronomica.

Un nuovo dinamismo con tempi del servizio sempre più rapidi, grazie alla velocizzazione e l’automazione dell’acquisto, attraverso app mobile o touchscreen inseriti anche all’interno di ristoranti gourmet. In molti ristoranti stellati, gli chef hanno ideato menù prestabiliti, con meno piatti alla carta e più spazio al percorso degustazione, con proposte a prezzi competitivi per contenere il food cost.

 

Sei pronto a rivoluzionare il tuo bar o ristorante e a conoscere maggiori informazioni sull’architettura e design del futuro? Contattami senza impegno per maggiori informazioni!

Per aGaN Design ogni progetto è unico nel suo genere e merita di essere raccontato.